Tutto iniziò nel 1950 quando Ferruccio Zufferli iniziò ad aggiustare le lapidi nei cimiteri. Organizzò un piccolo laboratorio nel cortile di casa, poi in una stalla e successivamente in una casa diroccata realizzando lapidi interamente a mano. Poi nel 1965 si trasferì in un capannone in centro al paese, Azzida, piccola frazione del Comune di San Pietro al Natisone a pochi chilometri da Udine e ancor meno dal confine con la Slovenia.
Il nipote, Nevio Specogna, quindicenne, iniziò a lavorare nel laboratorio dello zio apprendendo tutti i segreti del mestiere. Un lavoro duro, faticoso, di grande sacrificio tutto realizzato a mano solo con l'aiuto di pochi preziosi strumenti come lo scalpello, la punta e il martello a picchiare per ore contro la pietra. Poi pian piano arrivano le prime macchine, la fresa a bandiera, la lucidatrice e nuovi materiali da lavorare.
Nel 1986 Nevio, dopo tante fatiche costruì un'unità produttiva di circa 1300 mq con sede a sempre a San Pietro al Natisone nella nuova Zona Industriale in località Azzida denominata “LA MARMI” di Nevio Specogna. Da qui un susseguirsi di investimenti ha portato a migliorie nella lavorazione dei materiali e una maggiore soddisfazione nella richiesta della clientela.
Dopo oltre 40 anni di maturata esperienza nel 2007 Nevio ha ceduto l'attività a sua figlia Barbara che con la stretta collaborazione del marito Davide continuano l'attività lavorativa nel settore della lavorazione del marmo e del granito.

La Marmi - Zona Industriale n. 45 a San Pietro al Natisone (UD) Tel.n 0432.727073 info@lamarmi.it